Le più belle pagine de “I Promessi Sposi”

L’allestimento proposto racconta le vicende dei due Protagonisti: Renzo e Lucia. Nella messa in scena si osserva la scansione degli avvenimenti secondo l’adattamento drammaturgico di Orazio Costa che dal romanzo del Manzoni ne ha tratto il copione teatrale. Nello spettacolo gli avvenimenti scorrono velocemente grazie anche ai cambi scena a vista che determinano gli ambienti in cui i personaggi si incontrano e si scontrano. La prima scena si apre con una presentazione in musica e azione dei due protagonisti braccati simbolicamente dai Bravi, che subito affrontano il curato per impedirgli di compiere il suo dovere. Ne consegue il dialogo tra Don Abbondio e Perpetua, quello tra Renzo ed il curato, fino ai tragici avvenimenti della notte degli impicci e degli imbrogli che determinano la separazione dei due giovani.

Si è scelto di seguire Lucia con l’Innominato, piuttosto che Renzo con la rivolta del pane a Milano, per sottolineare maggiormente la conversione come messaggio subliminare del Manzoni nel chiamare in causa la provvidenza che, per riordinare i fatti, crea errore e sofferenza nelle azioni del mondo.

Dopo la conversione, in una atmosfera cupa ed emozionante quale è il Lazzaretto, i due giovani finalmente si ritrovano e possono unirsi in matrimonio.

E’ un trionfo di teatro, poesia e musica, che ci fa rivivere una delle storie più belle della letteratura, cogliendone gli aspetti più interessanti, toccanti e moderni e trasformandoli in una messa in scena godibile con momenti di grande suggestione. I dialoghi de “I Promessi Sposi” hanno il pregio della semplicità, e sono eccelsi quando si tratta di esprimere l’amore, il dolore e struggenti passioni. Caratteristica fondamentale è la ricchezza di situazioni e colpi di scena. Ogni personaggio parla con un suo stile proprio attraverso il quale manifesta la sua personalità libera e intera.

Lo spettacolo non è una rielaborazione o modernizzazione del testo, ma un lavoro attento di ricerca all’interno del romanzo, una teatralizzazione delle parti che più si prestavano a costruire un itinerario drammaturgico, senza interventi aggiuntivi alla ricca parola manzoniana.

Event Dates

Registrati per vedere I contenuti speciali